Presidente Politico
Domenico Sammarco

 
presidente@ipopolari.it

 Segretario Organizzativo
Maurizio Compagnone


segretario.org@ipopolari.it

IN PRIMO PIANO

Fondazione Studi:

Fondazione Studi: "MOLTO LIMITATI GLI SGRAVI 2018 PER I GIOVANI"

da Ufficio Stampa Consulenti del Lavoro Vademecum

Min. Lavoro:

Min. Lavoro: "Contributo per l’anno 2018 per la stabilizzazione dei Lavoratori Socialmente Utili"

da Ufficio stampa Ministero del Lavoro ​​​​​​​I Comuni con popolazione inferiore ai 5.000...

INVITALIA:

INVITALIA: "Io Resto al Sud - agevolazioni sono rivolte ai giovani tra 18 e 35 anni che vivono al Sud"

da Ufficio Stampa INVITALIA Resto al Sud si rivolge ai giovani tra i 18 e i 35 anni residenti in...

  • Fondazione Studi:

    Fondazione Studi: "MOLTO LIMITATI GLI SGRAVI 2018 PER I GIOVANI"

  • Min. Lavoro:

    Min. Lavoro: "Contributo per l’anno 2018 per la stabilizzazione dei Lavoratori Socialmente Utili"

  • POPOLARI:

    POPOLARI: "Per i Datori di lavoro - Sgravio contributivo per l’assunzione di giovani" - In...

  • INVITALIA:

    INVITALIA: "Io Resto al Sud - agevolazioni sono rivolte ai giovani tra 18 e 35 anni che vivono al...

  • INPS:

    INPS: "Visite mediche di controllo domiciliare e ambulatoriale dipendenti delle Pubbliche...

Da Londra è partito l’attacco all’elite finanziaria, economica e politica che hanno creato il mostro della Globalizzazione, un penta rapace che ha conficcato i suoi artigli nella Globalizzazione e sul predominio del capitale finanziario che ovunque sta destabilizzando i mercati del lavoro e massacrando i ceti medio bassi che stanno generando diseguaglianze sociali.

Le lobby finanziarie hanno capito che senza correttivi immediati, l’effetto domino si trascinerà altri paesi e tra questi il più vulnerabile è l’Italia, da Bruxelles e dalla BCE è arrivato ordine di spingere al ribasso la Borsa di Milano e i titoli bancari. Senza gli interventi straordinari della BCE, i rendimenti delle obbligazioni pubbliche italiane salirebbero e quindi il differenziale con i titoli tedeschi si amplierebbe.

Ma quello che rende traballante l’Italia è non solo il volume di debito pubblico che pesa come un macigno, ma anche la fragilità del sistema bancario e una economia stagnante. In queste condizioni ci apprestiamo a trascorrere una estate torrida, non solo per il clima, in attesa della scadenza di autunno quando ci sarà il voto per il Referendum sulla riforma costituzionale, che in caso di NO, si aprirebbe una crisi politica, che unita alla crisi economica ed europea porterebbe l’Italia ad implodere nelle sue istituzioni e a decretare la morte dell’Europa.

Il Referendum in Italia coincide con un altro grande evento le elezioni presidenziali negli Stati Uniti. Si da per scontato, la vittoria di Hillary Clinton, che rappresenta la continuità della politica di Obama decisa a Wall Street e si tralascia completamente l’effetto Trump su cui nessuno avrebbe scommesso, eppure Donald Trump, nelle primarie statunitensi, ha travolto i candidati dell’establishment politico ed economico statunitense.

Se Trump dovesse mantenere quanto promesso nella lunga campagna elettorale, ci apprestiamo a vivere una controrivoluzione, la fine della globalizzazione e delle politiche neoliberiste avviate durante la presidenza di Ronald Reagan e Margaret Thatcher, per proiettarci verso un nuovo neopopolarismo in cui verrà rimodulato il rapporto tra i cittadini e la loro rappresentanza. Il mondo di oggi è sottoposto ad un processo di globalizzazione e frammentazione (nazionalismi e particolarismi).

Il momento storico dopo il fallimento della Globalizzazione richiede di individuare un nuovo modello di società che si contrapponga alla Globalizzazione e in cui venga valorizzato il locale nel suo aspetto duale, impedire il dominio di una cultura unica ed omologante e, dall’altro la rinascita di spiriti nazionalistici localizzati.

C’è bisogno di un nuovo popolarismo: in cui sia punto focale la centralità del territorio, la famiglia e lo sviluppo. Il nuovo popolarismo dovrà contenere le complesse trasformazioni del nostro tempo. Non si può più parlare di Globalizzazione se non ci si contrappone l’altra faccia del fenomeno, “Il Glocale” che si pone tra globale e locale, questo nuovo neologismo, prende il nome di “Glocalizzazione” costola del nuovo popolarismo. A differenza della globalizzazione, non genera disgregazione, e, in una visione glocalizzata i territori non rappresentano solo luoghi geografici, ma luoghi di condivisione di carattere economico, culturale, etico e sociale, e ogni territorio deve valorizzare quei patrimoni locali di cui dispone che rappresentano il valore aggiunto di ogni Regione e che rimane unico in quanto modello non riproducibile in altri territori.

La Glocalizzazione pone come punto focale l’individuo, la Comunità e l’interazione tra gli individui. Costoro pur proteggendo le loro culture assorbono i fenomeni provenienti dal mondo globale ridemensionandoli a livello territoriale. L’Italia è nelle condizioni di dare una svolta e un calcio alle politiche economiche finanziarie che hanno distrutto la nostra identità storica”.

http://uomoqualunque.net/2016/07/globalizzazione-o-glocalizzazione/

Maurizio Compagnone
Segretario Organizzativo dei Popolari

Radio Giornale

Il radio giornale dei Popolari

clicca sull'immagine per ascoltare l'ultima edizione
RICORDATE DI AGGIORNARE LA PAGINA OGNI VOLTA

-----------------------------------------

 ARCHIVIO GR DEI POPOLARI GLOCALIZZATI

EDIZIONI DEL GIORNO

 clicca sull'ora e ascolta

GR  1° Ediz.  Ore 9.00
GR  2° Ediz. Ore 11.00
GR  3° Ediz. Ore 14.30
GR  4° Ediz. Ore 16.00
GR  5° Ediz. Ore 17.30
GR  6° Ediz. Ore 19.30

COMITATO DEL NO

 

REFERENDUM
MODIFICHE
COSTITUZIONALI

GRAZIE PER I VOTI

In classifica

Login Form

Presidente Venezuela 2012

Il Video della sua conferenza
Ascoltatelo vi entusiasmerà

www.ipopolari.it

motori ricerca

       Segretario Organizzativo
         Maurizio Compagnone
              Archivio Articoli

                Prof.
Stefano L. Di Tommaso

       Archivio Articoli

- Sostengo Agorà Magazine -

Amici sostenete Agorà Magazine direttamente dal nostro Sito cliccando sul bottone Pay Pal, oppure inserite inserzioni pubblicitarie sui periodici di Agorà Magazine, per informazioni redazione@agoramagazine.it

APP POPOLARI GLOCALIZZATI

APP dei Popolari

Clicca sull'immagine per scaricare l'APP

Codici QR

Scegli La TUA Lingua

Italian English French German Greek Hungarian Portuguese Russian Serbian Spanish Turkish

SOSTIENI I POPOLARI

Se credi che i Popolari Glocalizzati possano essere una voce propositiva nel panorama politico italiano, sostienili con una piccola donazione. La tua generosità permetterà di poter portare avanti nuovi progetti per i cittadini

 

Statistiche Pagine

Visite agli articoli
321670